Il libro delle anime
4 1 0
Libri Moderni

Cooper, Glenn

Il libro delle anime

Abstract: È un libro, un semplice libro antico. Ma custodisce un segreto. Un segreto che è stato scritto col sangue nel 1297, da innumerevoli scrivani coi capelli rossi e con gli occhi verdi, forse toccati dalla grazia divina, forse messaggeri del diavolo. Che è riapparso nel 1334, in una lettera vergata da un abate ormai troppo anziano per sopportare il peso di quel mistero. Che, nel corso del XVI secolo, ha illuminato la strada di un teologo, i sogni di un visionario e le parole di un genio. È un libro, un semplice libro antico. Ma sta per scatenare l'inferno. Perché quel libro è stato sottratto alla Biblioteca dei Morti, la sconfinata raccolta di volumi in cui è riportata la data di nascita e di morte di tutti gli uomini vissuti dall'VIII secolo in poi.


Titolo e contributi: Il libro delle anime : romanzo / Glenn Cooper ; traduzione di Gian Paolo Gasperi e Velia Februari

Pubblicazione: Milano : Nord, c2010

Descrizione fisica: 421 p. ; 22 cm.

Serie: Narrativa ; 403

ISBN: 9788842916604

Data:2010

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Paese: Italia

Nota:
  • Trad. di: Book of Souls. - Secondo libro della trilogia della Biblioteca dei Morti.

Nomi: (Autore)

Classi: 813.6

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 2010

Sono presenti 2 copie, di cui 0 in prestito.

Biblioteca Collocazione Inventario Stato Prestabilità Rientra
Chioggia - C. Sabbadino 813.6 COO 1-62659 Su scaffale Disponibile
Chioggia - C. Sabbadino S 813.6 COO 1-70919 Su scaffale Disponibile
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Come tutti i seguiti non è paragonabile al primo; in questo la fantasia dei personaggi incontrati lo rende davvero troppo inverosimile, perdendo così nella parte centrale. L'autore però sa catturare il lettore quando racconta e descrive le scene d'azione. Sembra il libro nasca da parti "tolte" al primo per renderlo snello ed avvincente, pur avendole rielaborate e cercando di colmare i buchi inevitabili che si creano quando si inventa una storia. In ogni caso anche se non come il primo la lettura scivola via, catturati dal contenuto di una biblioteca di Vectis e dall'innegabile capacità dell'autore di tenere il lettore avvinto tra le vicende di un agente dell'FBI e di un gruppo di monaci del lontano tredicesimo secolo.

Condividi il titolo
Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.