Community » Forum » Recensioni

Betrayed
2 1 0
Cast, P. C. - Cast, Kristin

Betrayed

[Milano] : Nord, 2009

Abstract: "Mi chiamo Zoey, ho sedici anni e mi sto trasformando. Come tutti i ragazzi che hanno ricevuto il Marchio - una mezzaluna blu tatuata sulla fronte - tra qualche anno diventerò un vampiro. Oppure morirò. Per sempre. Ma al momento ho altro cui pensare. Da quando sono stata nominata capo delle Figlie Oscure, il club più esclusivo della Casa della Notte, altrimenti nota come Scuola Superiore per Vampiri, ho il mio bel daffare a rendere questa setta di ragazzine spocchiose e arroganti un vero club, in cui chiunque possa sentirsi accettata. Perché io so cosa significa essere emarginati. Nella mia vita da umana lo sono sempre stata. E anche qui, comunque, sono "diversa", perché il mio Marchio è simile a quello di un vampiro adulto e mi conferisce poteri straordinari. Tuttavia mi procura anche parecchi guai. E poi, da qualche tempo, vedo strane creature che camminano nel giardino della scuola, come se fossero sonnambule. All'inizio pensavo che fossero frutto della mia immaginazione ma, adesso che alcuni adolescenti umani sono svaniti nel nulla, sto cominciando a preoccuparmi. La gente pensa che sia colpa dei vampiri. Ma io so che non è così. Ci sono loro dietro tutto questo. E io li devo fermare, prima che facciano del male alle persone che amo..."

89 Visite, 1 Messaggi
Riccardo Guerra
267 posts

Ho fatto un errore: continuare nella lettura del secondo volume nonostante l'esperienza del primo libro.
Pieno di stereotipi, esagerato ed esasperato nel caratterizzare i personaggi, rendendoli comunque vuoti.
Inoltre un libro sui vampiri dovrebbe avere la decenza di non dire stupidaggini sulle religioni, perchè un libro per adolescenti non deve disinformare.
Appunto: libro per adolescenti, ragazze, dato che i personaggi principali sono ragazze ed i loro dialoghi sono prettamente femminili.
Non apprezzo minimamente la sciocchezza del vampiro buono e della scuola per vampiri, fantasie usata da molte autrici e che tanto successo ha fatto anche al cinema.
Le autrici creano una figura inaccettabile per come è caratterizzata; sarebbe stato meglio creare creature di fantasia diverse, ma sarebbe stato necessario possedere appunto fantasia e creatività che le suddette autrici non dimostrano avere.
Il libro si barcamena su storie d'amore impossibili, tradimenti degni della peggior televisione, utilizzando un linguaggio che tenta di avvicinarsi a quello adolescenziale, ma che risulta povero e poco forbito. I dialoghi assomigliano a pettegolezzi, i comportamenti sono molto discutibili per un racconto dove la protagonista porta avanti tre relazioni diverse.
Del tutto inaccettabili le critiche delle autrici quando parlano di Stoker; dovrebbero "lavarsi" la bocca.
Paradossale o stupido che i vampiri si benedicano nei rituali.
Ne risulta un libro davvero mediocre se non pessimo; la letteratura per adolescenti o ragazzi non è necessariamente banale e vuota di contenuti. Non è sufficiente riempire un libro di banalità, di frasi comuni tra i ragazzi, di storie d'amore tra creature ed umani per scrivere qualcosa per loro.
Pessimo.

  • «
  • 1
  • »

301 Messaggi in 294 Discussioni di 16 utenti

Attualmente online: Non c'è nessuno online.