Community » Forum » Recensioni

Wool
4 1 0
Howey, Hugh

Wool

Milano : Fabbri, 2013

Abstract: Cosa faresti se il mondo fuori fosse letale e l'aria che respiri potesse uccidere? Se vivessi in un luogo dove ogni nascita richiede una morte e le tue scelte possono salvare vite o distruggerle? Questo è il mondo di Wool. In un futuro apocalittico, in un paesaggio devastato e tossico, una comunità sopravvive rinchiusa in un gigantesco silo sotterraneo. Lì, uomini e donne vivono prigionieri in una società piena di regole che dovrebbero servire a proteggerli. Il rispetto delle leggi è affidato allo sceriffo Holston, un uomo lucido e malinconico che vive nel ricordo della moglie scomparsa. Dopo anni di servizio integerrimo, un giorno, a sorpresa, rompe inaspettatamente il più grande di tutti i tabù e chiede di uscire, di andare fuori, incontro alla morte. La sua fatidica decisione scatena una serie di terribili eventi. A sostituirlo è nominato un candidato improbabile, un tecnico specializzato del reparto macchine: Juliette. Ora che il silo è affidato a lei, imparerà presto a sue spese quanto il suo mondo è malato. Juliette è abituata ad aggiustare le cose e vuole vederci chiaro: com'è nato il silo? E chi ha interesse a mantenervi l'ordine, tanto da arrivare a uccidere? Forse il silo è in procinto di affrontare ciò che la storia ha lasciato solo intendere e che i suoi abitanti non hanno mai avuto il coraggio di sussurrare. Rivolta.

847 Visite, 1 Messaggi
Riccardo Guerra
332 posts

Il libro è appassionante. Il racconto mantiene una suspence per tutte le pagine, svelando il mistero poco alla volta, ma senza cadere in cali di interesse o inutili pagine di attesa. E' quel genere di libri che si legge una volta sola, in quanto ciò che cattura il lettore è la curiosità di sapere cosa succede dopo. L'autore è riuscito a creare una storia seppur con qualche errore che si sviluppa in una trilogia, svelando solo in parte la storia. Si legge molto volentieri.

  • «
  • 1
  • »

369 Messaggi in 360 Discussioni di 18 utenti

Attualmente online: Non c'è nessuno online.