Community » Forum » Recensioni

Copertina
2 1 0
PAASILINNA, Arto

Il migliore amico dell'orso / Arto Paasilinna ; traduzione e postfazione di Nicola Raino

Milano : Iperborea, c2008

Abstract: Se la lepre di Vatanen era un richiamo alla libertà, questa volta è la presenza ben più ingombrante di un orso a catapultare il nuovo romanzo di Paasilinna tra avventure esilaranti e profonde riflessioni. L'animale, regalato al pastore protestante Oskari Huuskonen e da lui allevato, incarnerà, per quest'uomo di mezz'età incastrato tra crisi di vocazione e crisi coniugale, una via di Riga: battezzandolo Satanasso, il pastore sembra già intuire che quel curioso compagno lo invita a varcare i limiti della sua vita frustrata da religioso di provincia. Congedato dal vescovo per le sue posizioni poco ortodosse (come quando vagheggia di un Gesù "ministro del governo rivoluzionario"), per il reverendo inizia così una deriva geografica ed esistenziale: prima il letargo con l'orso e il risveglio dei sensi con la giovane etologa che lo assiste, poi il viaggio, in bilico tra sacro e profano. Paasilinna ritrova nelle vicende del pastore e del suo peloso Sancho Panza una grande felicità creativa, alternando invenzioni picaresche e interrogazioni filosofiche sulla prossimità tra naturale e soprannaturale, alla ricerca di una fede più autentica nell'uomo e nella vita.

46 Visite, 1 Messaggi
Riccardo Guerra
263 posts

L'autore usa la sua ironia per tratteggiare l'umanità, usando spesso animali e storie inverosimili
E' il turno di un orso che accompagna un religioso in crisi per molte avventure e molti paesi. La solidarietà tra gli uomini anche di varie religioni è più importanti dei dissidi che si creano per imporre le proprie verità e credenze.
Sino alla frase della Bibbia proveniente dallo spazio.

  • «
  • 1
  • »

295 Messaggi in 288 Discussioni di 15 utenti

Attualmente online: Non c'è nessuno online.