Community » Forum » Recensioni

Il gigante sepolto
2 1 0
ISHIGURO, Kazuo

Il gigante sepolto

Torino : Einaudi, 2015

Abstract: Il leggendario re Artù è morto ormai da qualche tempo ma la pace che egli ha imposto sulla futura Inghilterra, dilaniata per decenni dalla guerra intestina fra sassoni e britanni, seppure incerta, perdura. Nella dimora buia e angusta di Axl e Beatrice, tuttavia, non vi è pace possibile. La coppia di anziani coniugi britanni è afflitta da un arcano tormento: una sorta di inspiegabile amnesia che priva i due di una storia condivisa. A causarla pare essere una strana nebbia dilagante che, villaggio dopo villaggio, avvolge indistintamente tutte le popolazioni, ammorbandole con i suoi miasmi. Axl e Beatrice ricordano di aver avuto un figlio, ma non sanno più dove si trovi, né che cosa li abbia separati da lui. Non possono indugiare oltre: a dispetto della vecchiaia e dei pericoli devono mettersi in viaggio e scoprire l'origine della nebbia incantata, prima che la memoria di ciò a cui più tengono sia perduta per sempre. Lungo il cammino si uniscono ad altri viandanti - il giovane Edwin, che porta il marchio di un demone, e il valoroso guerriero sassone Wistan, in missione per conto del suo re - e con essi affrontano ogni genere di prodigio: la violenza cieca degli orchi e le insidie di un antico monastero, lo scrutinio di un oscuro barcaiolo e l'aggressione di maligni folletti, il vetusto cavaliere di Artù Galvano e il potente drago Querig...

90 Visite, 1 Messaggi
Riccardo Guerra
251 posts

Il racconto è una riflessione sull'importanza dei ricordi. Vale la pena ricordare quando i ricordi possono essere anche dolorosi e spiacevoli? Il fine giustifica i mezzi, anche quando il fine rappresenta la pace e la serenità dei posteri? E' giustificabile l'imporre l'oblio della mente nell'intenzione di evitare la sofferenza del ricordo?
Il libro però non mi ha soddisfatto. Il racconto seppur metaforico non mi ha coinvolto.

  • «
  • 1
  • »

283 Messaggi in 276 Discussioni di 15 utenti

Attualmente online: Non c'è nessuno online.